mercoledì 7 ottobre 2009

Voglio esordire questo post con un GRAZIE sincero, affettuoso e sentito per: Gisella, Maria, Katia, Laura, Toffolina, Marm, Elena, Antonella, e Emma!
Sono stati giorni difficili soprattutto dal punto di vista personale MA voglio che sappiate che per ognuna di voi ha speso una parola, un pensiero per me, mi che mi siete state vicine avvolgendomi in un abbraccio virtuale caldo come fosse un morbido scialle (come il DAMSON di Emma, l'avete visto?!? è meraviglioso!!) provo una forte gratitudine perché a volte basta veramente poco per risollevare il morale di una persona.
Sono riemersa dal mio momento di rabbia, seguito da quello di torpore per poi tornare più forte e più consapevole di prima ma soprattutto presente!
Quindi eccomi qua a ringraziare Serafina e Isa per il premio assegnatomi


e Maria invece per questo


Li dedico e ve li regalo a piene mani! Anche ai nuovi arrivati che nonostante sia qualche tempo che animo poco il mio blog lo trovano ancora interessante!!...

Ma non é tutto. In casa nostra quando ci sono momenti di crisi, di tensioni scatta il "PIANO DI EMERGENZA" e la Task Force delle cuoche si impegna a sfornare quello che per noi è il dolce per eccellenza: il mio TIRAMISU' e sottolineo mio perché l'uomo di casa giura che "uno buono come il mio non l'ha mai mangiato in vita sua!" (LO ADORO...)
Gli ingredienti per 8 persone (che poi ci scofaniamo in tre...) sono:
- 4 uove di media grandezza
- 8 cucchiai di zucchero
- 500 gr. di mascarpone
- caffè
- savoiardi quanto basta
E questo é il procedimento:
Separare il tuorlo dall'albume delle uove e metterle in due contenitori separati. In quello con i tuorli mettere lo zucchero e mescolare bene. Aggiungere poi il mascarpone e amalgamare molto bene gli ingredienti.

Nell'altro contenitore montare a neve l'albume con una frusta, possibilmente elettrica in modo che sia montato molto bene.

Mescolare tutti gli ingredienti e farne una crema il cui risultato é soffice e spumoso.

Prendere una teglia e spargere un po' di crema sul fondo. Poi intingere i savoiardi nel caffè in cui avete aggiunto una spruzzata di latte giusto il tanto da smacchiare il caffè ma non troppo!
Fare uno strato di savoiardi, uno di crema e un'altro di savoiardi. Terminare spalmando tutta la crema nell'ultimo strato. Riporre poi il tutto in frigorifero e lasciare rapprendere e raffreddare per qualche ora.

Prima di servire cospargere il tutto con del cacao in polvere.

Che dire.... é andato a ruba e tutti gli animi poi erano molto più rilassati!
Un grosso abbraccio

8 commenti:

  1. Valentina!!!!!!!!!!!!!!!!!! ciao come stai?
    sono passata di qui solo per un saluto!
    Ezia.

    RispondiElimina
  2. Ezia!!!!! che piacere ritrovarti! come sta il piccolino? e tu?
    Ti abbraccio forte e passerò presto a trovarti! ora vado a letto. Ne ho bisogno
    bacio
    Vale

    RispondiElimina
  3. Ola Valentina
    amiga, passei pra te dar um bjo e um abraço bem apertadinho.
    bjos no coração,
    Teresa Grazioli

    RispondiElimina
  4. Ciao Valentina, sono contenta che, a pancia piena, gli animi si siano rilassati...
    In tutte le famiglie ci sono momenti splendenti e momenti in cui non riesci a trovare nemmeno un fiammifero per fare un po' di luce, anche fioca fioca...
    Ma non disperare. Mio marito, quando la crisi dura da un po', mi ripete che "non si è mai vista una notte così lunga da non poter vedere l'alba"...
    Dopo ogni tramonto il sole sorge sempre e inizia una nuova giornata. Forza e coraggio, quindi!
    Alla prossima. Elena

    RispondiElimina
  5. le amiche e la cucina sono le cure migliori per superare i momenti duri, conta pure su di me, ma ti voglio dire non sono speciale sono solo una persona che ha avuto bisognio! Ti abbraccio forte! Katia

    RispondiElimina
  6. Uhmmmmmmmmmm pericolosissima questa ricetta!!! Solo a guardare le foto mi riempio di calorie :))))

    RispondiElimina
  7. Bentornata Valentina, e mi sembra più in forma di prima.
    Un bacione

    RispondiElimina
  8. Ciao cara:o)
    Sono contenta che tutto si sia risolto..purtroppo capitano questi momenti...ed io ne so qualcosa...ma poi riusciamo a ritrovare la forza per superarli...e poi con questo tiramisù come non "tirarsi sù"!!!

    Ti abbraccio forte
    Anto:o)

    Un bacetto anche alla Pata Marty;o)

    RispondiElimina

Ti ringrazio per la tua visita e per aver lasciato un commento... sei il benvenuto!

Si è verificato un errore nel gadget